Disuguaglianza, Istat: lo Stato italiano è il peggiore d’Europa nel ridistribuire la ricchezza

Dal 2008 al 2015 l’intensità della redistribuzione in Spagna è cresciuta del 5,2% (e nella flagellata Grecia del 10,8%) mentre in Italia di un misero 0,7%.

Un anno fa l’Istat, all’interno del suo 24esimo Rapporto annuale metteva nero su bianco l’andamento della disuguaglianza nella distribuzione dei redditi di mercato all’interno dei Paesi ricchi: da un confronto con i dati disponibili risultava evidente la drammatica performance dell’Italia, dove tra il 1990 e il 2010 la disuguaglianza era aumentata più che in ogni altro Stato dell’Ocse. Questo è quanto è riuscito a produrre il libero mercato, senza grandi stupori. Il problema è un altro: lo Stato italiano, come spiega oggi l’Istat nel suo 25esimo Rapporto annuale, non è riuscito a frenare granché questa tendenza.

«La capacità redistributiva dell’intervento pubblico è in Italia tra le più basse in Europa – si legge infatti nel Rapporto – Nel corso della recessione è aumentata meno che altrove mostrando la difficoltà del sistema welfare nel contrapporsi alle forze di mercato».

Nel dettaglio, dall’Istat osservano che «alla fine del periodo di recessione economica 14 paesi europei su 27 registrano livelli di diseguaglianza dei redditi disponibili più alti rispetto a quelli registrati prima della crisi», una logica cui sfuggono – tra gli 8 Paesi più rappresentativi – solo la Finlandia (dove la disuguaglianza si è ridotta durante la crisi), la Francia e la Germania (dove è rimasta stabile).

Con un’importante precisazione. In tutti i Paesi osservati eccetto al Germania la crisi ha prodotto un aumento nei livelli di diseguaglianza generatisi sul mercato, un aumento che alcuni Stati sono riusciti a frenare grazie all’intensità del loro intervento redistributivo, e altri no. Tra questi ultimi, in coda spicca proprio l’Italia.

Per saperne di più …… Luca Aterini/www.greenreport.it

Annunci


Categorie:Le news

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: