Piove, i telefoni vanno in tilt per 20 giorni. Ma…. l’azienda non rimborsa per il mancato servizio.

telefonoDisservizio telefonico. E’ accaduto nell’area dell’Unione della Bassa Romagna in seguito ad un robusto acquazzone avvenuto il 21 settembre 2016 con un tilt dei telefoni fissi di una vasta zona. La cosa è stata segnalata alla Telecom ed è stata aperta una segnalazione con il relativo numero di registrazione. Nella risposta arrivata subito (dopo un minuto) l’assicurazione che i tecnici stavano verificando. Dopo 25 minuti arriva l’informazione via SMS che il guasto era generalizzato e che “avrebbero provveduto a far sapere”.

Il 12 di ottobre (dopo 22 giorni) alle 18,30 arriva l’informazione che il guasto è stato riparato. Se ne deduce che sono stati impiegati più 20 giorni per riparare il tutto e (ben oltre il tempo fissato dalle regole aziendali per garantire la riparazione del servizio). Nel frattempo gli apparecchi telefonici sono rimasti muti. Anche la connessione ADSL/dati per far funzionare i computer borbotta e non consente collegamenti seri).

I tempi di riparazione sono congrui o no? Sono previsti rimborsi per il periodo di mancato servizio?Si aspetta la bolletta e uno sconto dato che per una ventina di giorni non è stato possibile utilizzare il telefono. Da ricordare che qualche anno fa dopo le interruzioni della corremte elettrica in una vasta zona della Romagna e del Bolognese fu operato dall’ENEL un rimborso per il periodo in cui non si è potuto utilizzare il servizio. Grazie all’intervento della Regione Emilia Romagna in una delle successive bollette fu operato uno sconto consistente.

In questo caso evidentemente no. L’azienda non si dimostra disponibile. A chi è capitato di chiedere ragione al sito TIM si è risposto via SMS che “data la vastità del disservizio non erano previsti rimborsi di alcun tipo”.

C’è da chiedersi se sia proprio così o se data l’esiguità delle cifra in discussione la TIM abbia pensato che nessuno li avrebbe chiamati “in causa”.

Una delle associazioni di difesa dei consumatori interpellata ha risposto che l’azienda telefonica non può comportarsi così. Si attendono gli sviluppi.

Un disservizio telefonico. E’ accaduto nell’area dell’Unione della Bassa Romagna in seguito ad un robusto acquazzone avvenuto il 21 settembre 2016 seguito da un tilt dei telefoni fissi di una vasta zona. La cosa è stata segnalata alla Telecom ed è stata aperta una segnalazione con il relativo numero di registrazione. Nella risposta arrivata subito (dopo un minuto) l’assicurazione che i tecnici stavano verificando. Dopo 25 minuti arriva l’informazione via SMS che il guasto era generalizzato e che “avrebbero provveduto a far sapere”.

Il 12 di ottobre (dopo 22 giorni) alle 18,30 arriva l’informazione che il guasto è stato riparato. Se ne deduce che sono stati impiegati più 20 giorni per riparare il tutto e (ben oltre il tempo fissato dalle regole aziendali per garantire la riparazione del servizio). Nel frattempo gli apparecchi telefonici sono rimasti muti. Anche la connessione ADSL/dati per far funzionare i computer borbotta e non consente collegamenti seri).

I tempi di riparazione sono congrui o no? Sono previsti rimborsi per il periodo di mancato servizio?Si aspetta la bolletta e uno sconto dato che per una ventina di giorni non è stato possibile utilizzare il telefono. Da ricordare che qualche anno fa dopo le interruzioni della corremte elettrica in una vasta zona della Romagna e del Bolognese fu operato dall’ENEL un rimborso per il periodo in cui non si è potuto utilizzare il servizio. Grazie all’intervento della Regione Emilia Romagna in una delle successive bollette fu operato uno sconto consistente.

In questo caso evidentemente no. L’azienda non si dimostra disponibile. A chi è capitato di chiedere ragione al sito TIM si è risposto via SMS che “data la vastità del disservizio non erano previsti rimborsi di alcun tipo”.

C’è da chiedersi se sia proprio così o se data l’esiguità delle cifra in discussione la TIM abbia pensato che nessuno li avrebbe chiamati “in causa”.

Una delle associazioni di difesa dei consumatori interpellata ha risposto che l’azienda telefonica non può comportarsi così. Si attendono gli sviluppi.

Annunci


Categorie:Le news

1 reply

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: