Ancora sulla lettera delle poste: Qualcuno ci ha scritto “Sono clausole peggiorative”.

postepay evimagesCondizioni bancarie. Abbiamo ricevuto un’altra posizione – che pubblichiamo di seguito – rispetto alla lettera incomprensibile delle poste che vengono inviate per comunicare modificazioni alle condizioni praticate alla clientela. “Sono clausole PEGGIORATIVE – scrive il nostro interlocutore – per chi effettua pagamenti CONCORDATI tra pagatore e beneficiario: chi paga con questa modalità (SDD ex-RID) non può chiedere rimborsi: il consumatore sarà MENO tutelato in caso di contestazioni o addebiti errati o fraudolenti, con tempistiche meno agevoli: se avevi autorizzato un addebito ma la somma ti sembra errata, NON hai più 8 settimane di tempo dalla data in cui è avvenuto l’addebito per richiedere il rimborso; se invece si tratta di un’operazione che non avevi autorizzato, hai 13 mesi di tempo”.

Annunci


Categorie:I documenti, Le opinioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: