Novità nel mondo della certificazione dei prodotti e servizi. CCPB è accreditato anche per la certificazione EPD

qualità

Una immagine generica di marchio di qualità

Altre novità nel mondo delle certificazioni comunicate dalla newsletter@greenplanet.net. Infatti dopo anni di lavoro sulle certificazioni ambientali, il CCPB di Bologna ha ricevuto l’accreditamento per EPD®, lo schema di certificazione internazionale di tipo volontario che valuta tutte le caratteristiche, le prestazioni ambientali di prodotti e servizi.

“La sostenibilità è il futuro, specialmente dell’agroalimentare’ ha commentato Fabrizio Piva, amministratore delegato CCPB. ‘Come organismo di certificazione offriamo un servizio che si sta affermando in tutto il mondo come riferimento nello studio e misurazione delle prestazioni ambientali”.

EPD (Environmental Product Declaration), è sviluppato dallo Swedish Environmental Management Council. Una EPD si basa sull’analisi del ciclo di vita (LCA) di prodotto (ISO 14040), in applicazione della norma ISO 14025 (Etichetta Ambientale del III tipo), è applicabile a tutti i prodotti o servizi indipendentemente dal loro uso o posizione nella catena produttiva.
Le aziende che utilizzano una certificazione EPD, possono: verificare un profilo ambientale dei propri prodotti riconosciuto a livello internazionale; fissare gli obiettivi di miglioramento dell’efficienza ambientale ed economica; ottimizzare i processi coinvolgendo i fornitori in una logica di partnership in un ottica di BtoB; comunicare con trasparenza al mercato il raggiungimento degli obiettivi sopracitati in un’ottica di BtoC.

La sostenibilità è uno degli obiettivi prioritari della nuova PAC e dei prossimi Programmi Comunitari (Horizon 2020), ma avrà immediato riscontro in un mercato che sarà sempre più caratterizzato da consumatori maggiormente sensibili e attenti al contenuto delle informazioni ambientali e al modo con cui queste vengono comunicate. Diviene perciò sempre più importante per gli attori delle filiere agroindustriali essere in grado di fornire al mercato ed al territorio di riferimento informazioni sulle prestazioni ambientali dei propri prodotti e servizi. Tali informazioni devono essere basate su dati scientifici, verificabili e comparabili, in modo che tutti i portatori di interesse possano valutare e adattare le proprie decisioni di acquisto.

Gli appunti che si possono fare alla luce di questa comunicazione riguardano un unico punto: quello delle garanzie sulla veridicità delle dichiarazioni, specie alla luce di vicende recenti. Si tratta anche qui di sapere come si potrà fare a garantire davvero il consumatore? In quale modo potranno essere garantiti gli acquirenti finali oggetto di un processo BtoC (ovvero il passaggio dal Business ai Consumers)? Quali controlli sono previsti per garantire che le dichiarazioni ambientali corrispondano alla realtà.

Annunci


Categorie:Le notizie

Tag:, , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: