Turismo: drammatico calo del consumo turistico in Italia

copyright SILVIA AQUILESII dati sul turismo diffusi da Unioncamere e ISNART sono gravi e sconfessano i dati ottimistici diffusi nei mesi scorsi. Le spese per i viaggi di vacanza hanno registrato, secondo questa ricerca, una contrazione del 5,7 % dal 2008 passando da una spesa per consumi da 77,4 MLD a circa 73 MLD nel 2013. Ma se a quel calo immettiamo la percentuale dei tassi di inflazione ISTAT dal 2008 al 2013 pari a un +12,8 %, allora la caduta della spesa per consumi turistici si attesterebbe a una percentuale del 18,5% rispetto alla spesa del 2008.

Una gravissima contrazione: basti pensare che nel 2013 solo 1 italiano su 3 si è potuto permettere la «tradizionale» vacanza estiva. Se nell’estate 2008 erano 29,4 milioni gli italiani che andavano in vacanza (pari al 49% della popolazione), nel 2013 tale dato è sceso ad appena 20 milioni (ovvero il 33% della popolazione). Un andamento dettato principalmente dalla caduta verticale del potere di acquisto delle famiglie (-13,4% dal 2008). Quest’ultimo, infatti, è un fattore determinante che sta costringendo gli italiani a modificare le proprie abitudini in ogni settore, da quello alimentare a quello turistico.



Categorie:Le notizie

Tag:, , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: