Erosione della Costa Romagnola. Non è tutta colpa dei cambiamenti climatici e del mare “che fa il suo mestiere”. Ma gli altri cosa fanno?

Immagine 022

La spiaggia tra le 10 più belle d’Italia fra Lido di Dante e Lido di Classe nel 2003

Il caso di Lido di Dante e dell’estrazione di metano a pochi km. dalla costa.

Come viene documentato dalle immagini scattate a Lido di Dante una mareggiata dopo l’altra continua l’erosione della spiaggia nella costa romagnola. Le foto di questi giorni apparse su molti organi di stampa e informazione confermano la gravità della situazione, specie se le si confronta con quelle scattate tempo ai tempi in cui la spiaggia tra Lido di Dante e Lido di Classe veniva indicata come una delle più belle d’Italia. Ma di chi è la colpa? Sarà anche colpa dei cambiamenti climatici che fanno alzare il livello dei mari ma c’è sicuramente anche dell’altro come molti denunciano da tempo. Alla lista, assieme allo scioglimento dei ghiacciai, si possono aggiungere i prelievi di sabbia e ghiaia dai corsi d’acqua che impediscono agli inerti di provvedere al ripascimento naturale delle spiagge; le opere a mare (moli e altro) che deviano e potenziano le correnti marine; l’eliminazione dell’elasticità delle coste (con la scomparsa delle dune costiere distrutte per costruire stabilimenti balneari) e l’abnome costruzione di seconde case. A questo proposito basta riportare gli ultimi dati forniti dall’ Osservatorio Regionale sul Sistema Abitativo risalenti al 2001 che parlano di 1426 seconde case per km lineare di spiaggia nel Comune di Comacchio, 1116 per Km. nel comune di Cervia; 574 nel Comune di Ravenna. E’ noto che la pratica delle costruzioni sulla costa è stata ulteriormente accelerata in particolare nella parte nord della Riviera che aveva ancora spazi disponibili sul fronte mare con conseguenze prevedibili in termini di antropizzazione. Ma questo non spiega tutto. Per decenni si è data la colpa ai prelievi idrici che certamente hanno avuto un ruolo nell’accelerazione del fenomeno della subsidenza, ma è rimasto in ombra il ruolo avuto dall’estrazione di gas metano. Questo nonostante che il Piano di gestione della Costa del 1996 della Regione Emilia Romagna indicasse già la responsabilità delle piattaforme Angela Angelina (Davanti a Lido di Dante) e Dosso degli Angeli (nei pressi di Lido di Spina) soprattutto nella cattura della sabbia che circola in prossimità della battigia. E’ degli ultimi anni la contrastata vicenda giudiziaria che ha portato alla moratoria delle estrazioni sul litorale veneto poi approdata alla magistratura ravennate. A molti anni di distanza non si ha notizia alcuna di interventi concreti. Restano solo le parole ma intanto il mare avanza…. 

Foto Ravennanotizie.it – 2014



Categorie:Le notizie

Tag:, , , , , , , , , ,

3 replies

  1. Bisognerebbe vedere come opera la piattaforma. Se reiniettano acqua, la subsidenza la possono controllare. Bisognerebbe verificare come effettivamente stiano lavorando, sempre ammesso che il loro reservoir arrivi davvero a lambire la linea di costa.

    • La subsidenza è un fenomeno complesso, certamente dipende dalla velocità di estrazione, ma soprattutto è di difficile interpretazione perchè non è un fenomeno immediato, ma si può manifestare anche con qualche anno di intervallo. Dipende quindi da vari fattori, il tipo di terreno, la velocità di estrazione, la profondità ecc. ecc. Sulla reiniezione non ci sono ancora dati definitivi. Nel caso dell’angela angelina, la piattaforma è ad appena un miglio dalla costa, ma il giacimento arriva tranquillamente sotto l’abitato.

  2. il mare avanza e avanzera’ sempre piu’ velocemente… inutile tentare qualsiasi forma di contenimento…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: