Chioggia: «Il Patto territoriale? Sempre le solite opere pubbliche, ma mancano gli investimenti nel turismo lento».

chioggiaNon è tenero il giudizio del Gruppo turismo Chioggia sull’esito del Patto territoriale per l’area sud della Provincia, reso noto pochi giorni fa. Cinque progetti infrastrutturali, per circa cinque milioni di euro, presentati dagli enti locali, per fare strade, ponti e banchine portuali sembrano poca cosa agli imprenditori turistici, mentre servirebbero «interventi in grado di creare decine e decine di posti di lavoro».

Per Marino Masiero, del Gtc, questi interventi sono possibili «nel segmento dell’escursionismo turistico collegato alla ricettività ed alla ristorazione: un’attività che porta ricadute positive a pioggia sull’intera economia locale».

A testimoniarlo, secondo Masiero «ci sono i test effettuati in laguna sud dai pionieri delle attività lente. Tutti più che positivi a partire dalla pesca allo sgombro (Motonave Sampei, Catamarano Comfort e altri) passando per il Bragozzo Ulisse, per arrivare all’Ittiturismo ai Casoni. Una pista ciclabile ben organizzata sulla direttiva Chioggia – Pellestrina – Lido – Caorle – Jesolo, porterebbe un notevole flusso di ospiti, soprattutto in bassa stagione sul litorale».

«Per il solo segmento del bici turismo» continua Masiero «si stima una media di mille biciclette al giorno con un gettito, compresa ristorazione e pernottamento, che supera i 10 milioni a stagione. Il progetto dei pontili per il bici turismo e per super yacht in centro a Vigo, collegato alla pista ciclabile Chioggia-Lido, è rimasto escluso dal finanziamento pubblico per l’impreparazione della classe politica veneta, nel suo complesso, a fiutare la via per uscire dalla crisi».

Il Gruppo Turismo Chioggia fa appello «a tutti gli amministratori interessati perché, da subito, si attui il programma di infrastrutturazione leggera della Laguna veneta».

«Con qualche decina di migliaia di euro», sostiene il Gruppo, «si creano ricadute economiche per decine di milioni all’anno, senza impatti ambientali». Un appello ma anche una forte critica all’operato della classe politica locale e della Regione.

Fonte: La nuova

Annunci


Categorie:Le notizie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: