Pare che anche Expedia pensi che sia necessario stare attenti alle recensioni sugli alberghi & c.

50313Il 78 per cento degli italiani considera importanti le recensioni quando viaggia per piacere, il 72 per cento quando si sposta per lavoro. È dunque estremamente probabile che si decida di prenotare un albergo (o di non prenotarlo), in base a una o più opinioni lette on line. Ed è altrettanto logico, visto il loro enorme peso specifico, che intorno a questi stringati, a volte taglienti e altre indulgenti giudizi, si sia sviluppato un robusto business. Alimentato da chi le fabbrica ad hoc, spesso a pagamento, per esaltare una struttura o screditare la concorrenza; favorito da portali con maglie fin troppo larghe, che per fare traffico e volume permettono a chiunque di dire la sua su un albergo o un ristorante. Senza che dimostri in qualche modo di esserci effettivamente stato e senza troppi controlli sulla sua reale identità.

Per esempio, colossi come Expedia preferiscono agire per sottrazione: ospitare meno recensioni, ma garantendo sulla loro autenticità o, almeno, offrendo qualche garanzia di trasparenza in più.

Fonte: Panorama



Categorie:Le notizie

Tag:, , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: