In 100 parole 3 – L’Isnart spiega che i siti UNESCO attirano turisti che però non spendono”.

Uno studio di Isnart (Istituto Nazionale Ricerche Turistiche dell’Unione Camere di Commercio) afferma che nelle destinazioni turistiche nelle quali sono presenti “siti Unesco” le performance del mondo turistico sono generalmente migliori. Sia nel 2011 che nel 2012 e nei primi sei mesi di quest’anno, il tasso di occupazione delle camere delle strutture ricettive è stato sempre nettamente maggiore, in tutti i mesi con differenze maggiori, nell’ordine del 15-20%, si manifestano nei mesi subito prima e subito dopo l’estate. A fronte di questi dati, sempre stando a quello che sostiene lo studio dell’ISNART, non corrisponde però una maggiore spesa dei turisti.



Categorie:In 100 parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: